Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2015

Die with you - Beyonce

Beyonce ritorna con una canzone dedicata al marito. La cantante Americana pubblica il suo nuovo brano, non nascondendo l'intento di voler con questo sponsorizzare la casa discografica del marito. Ma non è di questo che a me interessa parlare, anche se è la cosa di cui più si è discusso di questi tempi. In ogni caso non so se si tratti di una buona idea, il non essere presente su piattaforme come youtube può escludere l'artista ad una grossa fetta di mercato. Di marito si parla anche nella canzone. Si tratta infatti di un brano che vuole celebrare i sette anni di matrimonio col marito. Un testo scontato, prevedibile, già sentito e, senza dubbio, patetico! Certo che, stufo di sentire i rapper che fanno risibili doppi sensi sul sesso, lo ho ascoltato volentieri. Non ridete, ma questa canzone mi ricorda tremendamente "a te" di Jovanotti, se pur ci sia davvero poco in comune.

Alla fine del mondo - Eros Ramazzotti

Perfetto è il nuovo album di Eros Ramazzotti. Ecco arrivare il nuovo album di Eros Ramazzotti, che uscirà il 12 maggio col titolo "perfetto". Intanto è già uscito il primo estratto: "alla fine del mondo". Ultimamente non sono stato molto tenero nei confronti di questo grande autore, ma questa volta mi devo ricredere. Se questa canzone è il preludio del nuovo album, ci aspetteranno grandi cose! Alla fine del mondo e i sogni di un bambino. Alla fine del mondo indica la fine di tutto, la fine della vita, dei sogni, del nostro cammino. Un cammino che comincia da ragazzi, con grandi, e magari stupidi, ideali. Poi con gli anni gli ideali cambiano, i valori non sono più gli stessi e, a volte, si finisce per vivere alla giornata. Eros guarda un bambino, probabilmente suo figlio, ma è poco importante, vede i suoi giochi, il suo entusiasmo e i suoi sogni. E questo fa riemergere in lui quelli che erano i suoi di sogni, i suoi di ideali, i suoi di progetti e li condivide. Lo …

Il Rap Nel Mio Paese - Fabri Fibra

Esce Squallor, il nuovo album di Fabri Fibra. Ed ecco quasi a sorpresa uscire il nuovo album di Fabri Fibra, dal titolo: Squallor. L'album ha una lunghissima playlist con dei titoli davvero curioso. Oggi abbiamo ascoltato il primo estratto: il Rap Nel Mio Paese. Della musica non vale nemmeno la pena parlare: la solita base Rap uguale a tutte le altre. Ma cosa troviamo nel testo? Be, tanto per non smentirsi e per essere sicuro di essere banale, troviamo una discreta dose di insulti rivolti all'ascoltatore. Dico discreto, perchè di solito riesce a fare di meglio (o peggio se preferite). Si, perchè chi ha letto i miei vecchi post sa che io non ci trovo nessun gusto ad ascoltare un cantante che non fa altro che darmi del deficiente. Un giorno forse questo cantante scoprirà che le persone non sono tutte uguali, patetici e ignoranti. Forse dipende da chi frequenta lui...

Bitch Better Have My Money - Rihanna - Testo e traduzione

Rihanna come il gatto e la volpe? Ricordate il gatto e la volpe di Bennato? Era una canzone dedicata ai produttori che lo hanno fregato. Anche il Vincenzo che Alberto Fortis voleva ammazzare era un produttore che lo aveva fregato. Ci sono un sacco di canzoni pop che dietro ai loro testi nascondono minacce, o semplice ribrezzo, verso i produttori musicali. Ecco a chi è destinata la canzone: anche Rihanna ha fatto un testo che grida vendetta verso un qualche produttore musicale. Ma, naturalmente, lo ha fatto a modo suo. Rap duro e volgare! Il linguaggio è in puro stile rapper: volgare, diretto e pieno di slang: "better you have my money bich", ovvero, meglio che tu abbia i miei soldi tro... Efficace. Ci sono altre minacce, del tipo: "dammi i miei soldi o chiamo gli spari", oppure "c'è tua moglie nel sedile posteriore della mia auto (sequestrata immagino)". Forse la sfumatura più interessante è quando dice "non credere che io abbia dimenticato"…

Sono innocente ma - Vasco Rossi

Vasco Rossi ritorna ai tempi di Nessun pericolo per te. E si ritorna indietro di 20 anni, al Blasco degli anni '90. Rock puro, energia e soprattutto rabbia! Tanta rabbia e voglia di combattere! Impossibile, ascoltando questo brano, non ripensare a "un gran bel film", per ritmo, cadenza, voce e testo! L'esame di coscienza di Vasco È il Vasco che torna sul solito tema: la gente che lo giudica e rispetto alla quale lui è sempre stato insofferente! Sono innocente ma... la gente continua ad accusarmi.  Un testo già sentito? La ripetizione dei soliti temi (rispetto alla quale ho già contestato il cantautore di Zocca)? No, in realtà qua si percepisce la maturità. Si vede l'ultimo passaggio di quelle che io considero le tre fasi dell'artista. Il prima è quella di nessun pericolo per te, in cui reagisce alle accuse dicendo: "solo io sono responsabile di me stesso e tu non mi puoi giudicare, sto facendo del male solo a me stesso", un po' come fanno tutti…

L'avvelenata - Francesco Guccini

Guccini e il Bertoncelli che spara cazzate! Trattasi di una canzone un po' anomala nel repertorio del grande cantautore di Pavana, ma che è entrata da subito tra le preferite dai suoi fans. La genesi della canzone è alquanto originale: Francesco non la aveva inserita in nessun disco, ma aveva cominciato a cantarla per scherzo ai concerti. Fu il misterioso "Bertoncelli" a venirne a conoscenza e a convincere il cantautore ad inciderla su di un LP. Fu sempre il critico musicale ad invitarlo a non togliere il riferimento alla sua persona dal testo della canzone. E fece bene, per anni generazioni di ascoltatori si sono domandati chi fosse questo fantomatico "bertoncelli", aumentando ancor di più la popolarità e la curiosità verso questo originale pezzo. Una volta inciso Guccini si è rifiutato per anni di cantarla ai concerti, così come rifiutava di cantare Eskimo, fino alla turnee "d'amore, di morte e di altre sciocchezze", in cui ha finalmente dato a…

Cosa avevi in mente - Antonello Venditti

Cosa avevi in mente: una canzone giovane. A quasi 66 anni il cantautore Antonello Venditti esce con un nuovo singolo, dal titolo "cosa avevi in mente", prequel di quello che sarà il nuovo album, dal titolo "Tortuga". La cosa che subito impressiona, ascoltando questo pezzo, è la voce e la grinta dell'autore, il quale non ha nulla da invidiare ai giovanotti di oggi. Altri, come lui, col tempo hanno raffinato la loro tecnica, ma la loro voce è cambiata, magari diventando anche migliore, più matura, ma nessuno come lui la ha mantenuta giovane ed energica. Il testo di questo brano è diventato più introspettivo, più attento al passato, o meglio, al presente come conseguenza delle scelte del passato. Eppure non sa ne di nostalgico, ne di stantio! Anche il sound è roccheggiante, e come grinta da 10 a zero alle mummiette della scuola "de Filippi". Sembra che l'autore romano abbia deciso di non finire mai di regalare grande musica ai suoi fans.

Gli Immortali - Jovanotti

Lorenzo torna alle origini Ecco il primo estratto dal nuovo album di Jovanotti, che si chiama appunto Jovanotti 2015 cc. Si ritorna al vecchio stile, quando gli LP prendevano il nome di Lorenzo 1992 e Lorenzo 1994. Il nome d'arte è comunque rimasto, per buona pace di Lorenzo Cherubini o Gino Latino (ve lo ricordate vero?). Si ritorna a Tempo e Lorenzo 1994. Il richiamo va effettivamente a Lorenzo 1994 e alla canzone "tempo". Fu un tormentone, che durò forse un'anno. La frase a cui si richiama è "se riuscirai a sopravvivere lontano dal branco e non c'è noia e non sarai mai stanco". Chi sono gli immortali? Quelli che sono cresciuti senza diventare grandi, che hanno ancora voglia di scoprire il mondo, di giocare, di divertirsi, di vivere insomma. Certo, perchè anche Lorenzo a 30 anni si poneva il dubbio: diventerò vecchio anch'io? No, voglio rimanere giovane e continuare a ballare per sempre, anche se gli altri invecchieranno, diventeranno adulti e pe…

L'alba - Jovanotti

Esce l'album di Jovanotti 2015cc. Dopo alcuni anni Jovanotti esce col nuovo album 2015cc. Una raccolta di ben 30 canzoni, che lui ha definito "emozioni in streaming". Lorenzo Cherubini non pubblica un LP ogni anno, perchè ogni suo lavoro è il frutto di esperienze di vita, maturazione, nuove emozioni e nuove idee, e tutto questo va fatto decantare, prima che esca come canzone. Quindi non esiste il rischio di ascoltare un lavoro inutile o noioso. Cercherò di mettere quante più canzoni possibili di quest'album, cominciando da "l'Alba". Uno dei testi più riusciti del cantautore toscano che, secondo me, non raggiungeva questi livelli dai tempi di "a te".

Every breaking wave - U2

Gli U2 tornano a parlare di poesia in una canzone un po' stanca. Dopo il prevedibile successo di Ordinary Love, gli U2 escono con un nuovo album, dimenticano l'attualità e il sociale e ritornano a fare poesia. Credo che a tutti piacciono le parentesi in cui la grande rock band irlandese si occupa dei problemi del mondo, ma il massimo lo danno quando tornano nel loro mondo, fatto di immagini, sogni e sentimenti. La canzone è piacevole e, come tutti i loro brani, sarà certamente un successo. Non nascondo però che non mi ha entusiasmato come altre volte. Il ritmo è il classico rock soave, dolce, armonioso e rilassato che ci hanno sempre proposto, ma questa volta mi sembra un po' troppo rilassato. La musica di sottofondo è gradevole e ben masterizzata, ma senza nessun piglio di originalità, e la voce di Bono, appare un po' stanca, gli arrangiamenti semplicemente non ci sono. Niente di male, sia chiaro, ma si ha quasi l'impressione di aver messo sul giradischi un album…

Annalisa Scarrone - Una finestra tra le stelle

Annalisa e l'ennesima canzone d'amore. Ed ecco l'ennesima canzone d'amore per questo festival di Sanremo. Davvero non se ne può più! E almeno fossero, non dico scritte bene, ma almeno originali. Forse l'unica un po' originale è stata quella di Chiara Galiazzo, ma poca cosa comunque. Peccato però, Annalisa ci ha forse fornito quella che è stata una delle migliori interpretazioni di questo mediocre festival. Anche la musica non è male. Quello che non va proprio sono le parole. Il significato della canzone? Dare un significato al testo di questa canzone? Impossibile, per il semplice fatto che non ha un significato. Si tratta solo della descrizione, più o meno poetica, delle emozioni che un bel ragazzo fa provare al protagonista. La finestra tra le stelle altro non è che un pezzo di universo distaccato da tutto il resto, dove loro due si costruiscono un pezzo di paradiso. La classica isola deserta insomma, dove vivere lontano da tutto e da tutti. Un'immagine a…

Chiara Galiazzo - Straordinario

Straordinario di Chiara: un testo con un pizzico di originalità. Ho previsto il vincitore di Sanremo, ora vediamo se indovino chi vincerà al botteghino, che poi è la vera gara che conta. Al primo posto ci metto Malika Ayenne, al secondo Nek (ogni suo brano spopola alla radio) e, al terzo posto, ci metto chiara. Chiara che, a mio avviso, si è presentata con una delle canzoni "meno peggio" di questo festival di Sanremo. Si lo so, il suono ha il sapore del "trito e ritrito" e il testo, ovviamente, parla d'amore. Però il tutto è amalgamato molto bene ed è uno dei pochi brani ad avere almeno un 1% di originalità. Aggiungo che il testo richiede pure una sottile riflessione. Spiegare il testo di questa canzone significa capire di cosa si sta parlando. È senza dubbio una canzone per le donne, più difficile da capire ed apprezzare per un maschio.

Vincitore del festival di Sanremo 2015

E per il terzo anno di fila ho indovinato il vincitore del festival di Sanremo. Vedere il precedente post su "il Volo" per avere conferma, e guardate la data di pubblicazione! Non era difficile: in un festival di Sanremo così banale la canzone vincitrice non poteva che essere la più banale. C'erano tutti gli ingredienti:  un sound pop scontatouna voce che ricorda quella di un tenoredei ragazzini giovani che ricordano x-factor Comunque c'è del materiale su cui lavorare. Se questi ragazzi non resteranno nelle grinfie dei soliti produttori, e rischiano scegliendone uno più creativo o se cominciano a produrre di loro, allora ne vedremo delle belle. In bocca al lupo quindi e complimenti! Non voglio spendere una parola di più.

Malika Ayane - Adesso e qui (nostalgico presente)

Malika Ayane e un testo che parla d'amore. Ma va?!? In patetico Sanremo, in grado di farci rimpiangere persino Albano e Romina, Malika Ayane, con una canzone che avrebbe fatto piangere anche il peggior Masini, si candida tra i favoriti. Penso che sia del tutto inutile sottolineare che si tratta di una patetica canzone d'amore. Difficilmente attacco un artista in un post, ma mi rendo conto che sto diventando piuttosto acido in questi giorni. Sarà forse il fatto che questo festival è proprio la fiera della banalità. Ho ascoltato ogni canzone nella speranza, per altro vana, di avere una piacevole sorpresa. Non dico un grande pezzo, ma almeno qualcosa di diverso dal solito cuore amore. Invece niente.

Il Volo - Grande Amore

Il Volo, i tenori che vinceranno il festival. Ed ecco quelli che secondo me vinceranno questo festival di Sanremo. È il terzo anno che tiro a indovinare e fino ad ora non ho mai sbagliato. Guardate i vecchi post se non ci credete! Sia chiaro che a me la canzone non piace affatto, ma ha tutto quello che serve: dei ragazzini, un'inutile voce da cantante lirico, un testo che parla d'amore, e un ritmo che va via bene ed è "leggera" quanto basta. Ricorda molto la musica spagnola degli anni 80, ed è questo che mette tristezza, vincere il festival della canzone italiana con una canzone che ricorda la musica iberica di 30 anni fa. Ma una volta non eravamo avanti?

Nek - Fatti avanti amore

Nek torna a Sanremo con un testo che parla d'amore. Nek ritorna a Sanremo alla ricerca del grande successo che da anni gli è negato. Niente di strano comunque, non si può essere il numero uno per tutta la vita (a meno di non chiamarsi Vasco Rossi). Non è una novità che Nek canti d'amore, e non è una novità sentire canzoni d'amore in questa edizione di Sanremo (nemmeno nelle altre comunque). Fatti avanti amore toglie ogni dubbio! Ho sperato di scoprire qualcosa di diverso ascoltando questa canzone, ma invece niente. L'ennesimo tentativo di tornare in auge come al tempo di Laura non c'è. Purtroppo sono passati vent'anni, e dopo vent'anni il pubblico si aspetta qualcosa di nuovo, ed è anche vero che Nek non ha più lo smalto e l'ascendente femminile che aveva all'epoca.

Lorenzo Fragola - Siamo Uguali

Lorenzo Fragola e Fedez dopo X Factor. L'amore tra Lorenzo Fragola e Fedez continua a dare i suoi frutti: Siamo Uguali è il brano scritto dal rapper per il suo amico e protetto di X-Factor. Fedez come autore, manager e "motivatore" è una bella novità. Grande stima per questo ragazzo che in poco tempo è riuscito a passare da scavezzacollo a serio e responsabile manager. Vediamo se sarà all'altezza delle aspettative. In attesa dell'esibizione di mercoledì sciroppiamoci questo testo. Nessuna novità, il testo di Fedez è banale. Il testo in realtà delude da subito. Ci si aspettava qualcosa di nuovo e di fresco da una coppia così nuova e fresca. Si tratta invece di una canzone d'amore banale e scontata. Un pezzo che non ti aspetti nemmeno da Albano e Romina. Si, ok che l'amore va sempre di moda, e al festival dei nonni di Sanremo garantisce sempre un certo successo, ma il troppo è troppo! Nilla Pizza negli anni 50 si sarebbe rifiutata di cantarla!

Sogni Infranti - Gianluca Grignani, Sanremo 2015

L'autobiografia di Grignani. Gianluca Grigani ci riprova, e si presenta a questo Sanremo 2015 con un testo fortemente autobiografico dal titolo: "Sogni Infranti". Si è parlato parecchio della situazione in cui versa l'artista che, a detta di molti, è troppo dedito all'alcool. Alcuni video presenti su youtube sembrano confermare tale ipotesi. Se non guardiamo la carriera umana del grande artista non ci è difficile dare una spiegazione al titolo della canzone: un giovane ventenne raggiunge il successo con un album meraviglioso, con pezzi di pregio come "falco a metà" e "la mia storia tra le dita", un successo che significa soldi, donne, popolarità, in altre parole la realizzazione dei sogni di un adolescente. Da li in poi tanti album, di cui si ricordano pochi exploit, come nel caso di "ti raserò l'aiuola". Un brano piacevole e ballabile, ma che è ben lungi da raggiungere il successo di critica e pubblico ottenuto con il primo lav…

Sanremo 2015 - Cantanti e Canzoni favorite

Anche quest'anno avevo indovinato: andate a vedere il post su Il Volo se non ci credete!!! L'articolo lo lascio così com'è! In po' più in sordina degli anni passati, ci si sta preparando al sessantacinquesimo festival della canzone leggera italiana di Sanremo 2015. Come ogni anno, prima dell'inizio del festival, andrò a riportarvi testo e significato delle canzoni destinate a vincere. Faccio notare che, da quando esiste questo blog, non ho mai sbagliato (cercate i post degli anni passati se non ci credete!). Eccoveli di seguito:

Quello che le donne non dicono - Fiorella Mannoia, Enrico Ruggeri

Enrico Ruggeri e l'anima delle donne Non sono propriamente un fans di Enrico Ruggeri, ma devo ammettere che ha scritto, per terze persone, alcuni dei brani più belli della musica italiana. Basti pensare al "mare d'inverno" scritto per Loredana Bertè. Questo splendido regalo che l'autore ha fatto a Fiorella Mannoia è un vero capolavoro! A volte, riascoltandolo, mi domando come faccia Ruggeri a scavare così a fondo nell'animo delle donne. Ad arricchire questo, per altro già pregevole, lavoro ci ha pensato Fiorella Mannoia, con un'interpretazione da oscar!

Che Dio ti benedica (che fica) - Pino Daniele

Pino Daniele e le cose semplici. Questo, del grande cantautore napoletano che ci ha lasciati da poco, è un lavoro che sintetizza in modo efficace il suo spirito. Non è un testo eccezionale, anzi, è piuttosto mediocre a parer mio, ma ha in se i principali valori del compositore: semplicità, ingenuità e una capacità di gioire delle cose semplici che definirei addirittura pascoliana, facendo rifermento al grande poeta e alla sua filosofia del fanciullo. La filosofia del fanciullo è proprio questa: il saper gioire delle cose semplici, esattamente come fa il bambino davanti alla fetta di polenta o al giocattolino in legno. Per dirla in altre parole Pino Daniele è rimasto semplice, non se la tira!

Inviateci la vostra spiegazione

Avete scritto la recensione/spiegazione di una canzone? Avete colto nel testo di una canzone una sfumatura che è sfuggita a tutti gli altri? Avete tradotto un testo da una lingua straniera e pensate che la vostra traduzione sia migliore delle altre? Pensate di essere gli unici ad aver capito il vero significato di una canzone? Volete spiegare il vostro punto di vista su un pezzo famoso? Allora inviaci la tua interpretazione a budinomollo @ yahoo . it e noi la pubblicheremo. Vuoi diventare blogger?  Vuoi scrivere direttamente da qui? Mandaci la richiesta allo stesso indirizzo e ti diamo la possibilità di scrivere nel blog. Non serve essere professionisti, basta la buona volontà!

Piccola Katy - I Pooh

Gli I Pooh ed i diritti delle donne.Ed ecco un evergreen della rock band italiana di maggior successo, che, più di ogni altra è diventata simbolo del '68 e della rivoluzione culturale. Pubblicato, appunto, nel 1968 resta tutt'ora il brano più popolare del gruppo ed il più richiesto in radio. Il testo non è molto complicato, ma si presta comunque a qualche equivoco. Non si tratta infatti di una ragazzina che ha subito molestie dai genitori, o di una sessantottina che vuole scappare di casa per ottenere la giusta indipendenza o che cerca la libertà ed i diritti che in quegli anni ancora venivano negati alla maggior parte delle donne.

Sono sempre i sogni a dare forma al mondo - Luciano Ligabue

Ligabue e un testo che parla di sogni. Con "mondovisione" Luciano Ligabue si è ripreso il suo ruolo tra i grandi cantautori italiani. Qui vi presentiamo l'ultimo estratto dell'album dal titolo "sono sempre i sogni a dare forma al mondo". Un pezzo che ricorda, almeno nel testo, il sano vecchio Ligabue. Un testo gradevole e molto dolce, che si distacca dal tono polemico dominante negli ultimi lavori. Un testo a modo suo ottimista, ma mai ingenuo. L'autore vede come in una società corrotta e malata, dove c'è molta sofferenza, sia ancora possibile trovare la felicità. Felicità che non va cercata nella ricchezza o nella fortuna, ma nei sogni, perché, a detta dell'artista, sono i sogni a dare forma al mondo. Sogni che appartengono a tutti, ai fortunati, a quelli meno fortunati ed anche a coloro che ti dicono che i sogni non servono a vivere bene.

'O scarrafone - Pino Daniele

Pino Daniele e i valori del napoletano ingenuo. Pino Daniele ci ha lasciati. Ci ha lasciati e lascia dietro di se uno strascico di polemiche, dubbi, liti familiari, che sono addirittura sfociate in un'inchiesta per omicidio colposo. Fine ingloriosa per un artista che durante tutta la sua lunga carriera ha sempre scelto di essere defilato, di evitare il jet set, le polemiche e gli scandali. Per fortuna, oltre ai gossip di questi giorni, il grande artista napoletano, ci ha lasciato in eredità un grande patrimonio musicale. Una storia artistica nata dalla sua Napoli e dalle sue tradizioni, arricchita ispirandosi al genio di Alan Sorrenti, alla quale ha aggiunto grandi virtuosismi, arrivati ad un tale livello da riuscire a portarsi sul palco personaggi come Eric Clapton e Pat Metheny. La canzone che ho scelto per questo blog è 'O Scarrafone, non perchè sia la miglore o la più famosa, ma perchè è quella maggiormente legata ai miei ricordi di gioventù. Ricordo che olre al consueto…

American Pie - Don McLean, Madonna

Un testo senza spiegazione nel 2016. Premetto che ho aggiunto il nome di madonna nel titolo perché, in Italia, è molto più famosa la sua versione. Molti nemmeno sanno che l'originale è di Don McLean. Un blogger italiano che vive in america scriveva che laggiù la sente quasi ogni giorno, questo per dare un'idea della popolarità di cui gode oltreoceano. La versione originale del brano ha svettato nelle più importanti classifiche del mondo per mesi (cosa per altro insolita per un brano che dura quasi nove minuti). Soprattutto negli stati uniti, questo pezzo ha raggiunto una tale popolarità da essere stato proposto come patrimonio dell'umanità. Non si contano le cover, tra le quali spicca la già citata Luisa Veronica Ciccone (che a mio parere sta comunque una spanna, o forse due, sotto l'originale). Se il motivo rock è semplice, immediato e accattivante, il testo è di assai difficile interpretazione, tanto che non esiste ad oggi un punto vista "ufficiale", o com…